Lavabi bagno

Nel momento in cui si decide di fare un rinnovamento nella propria abitazione bisognerà prendere in considerazione diversi aspetti, cercando comunque di avere delle priorità ma per esempio il fatto di iniziare a intervenire con la sostituzione dei lavabi bagno.

 Si tratta di una cosa importante che però non è sempre così semplice da portare a termine, visto che le aziende propongono un’offerta molto vasta che potrebbe disorientare l’utente.

 Quest’ultimo quindi per facilitarsi il compito, prima della decisione, e cioè prima di sostituire i lavabi, dovrebbe conoscere quantomeno in maniera approssimativa, grazie un esperto tutte le modalità e le tipologie di applicazione della rubinetteria.

 Come possiamo vedere si tratta di una cosa essenziale così come dimostrano alcune ricerche fatte in questi anni dalle quali risulta che il rinnovamento di un bagno nel 41% dei casi segue la ristrutturazione di un appartamento appena comprato.

 Invece nel 30% dei casi tutto è dovuto al fatto che i sanitari si sono usurati, mentre infine nel 16% dei casi c’è la necessità di adeguare quel bagno ad un cambiamento del proprio stile di vita.

 Ma andando più nello specifico sui lavabi possiamo dire che la loro sostituzione costituisce circa 80% di quei casi dove si decide di rinnovare il bagno. In alcuni casi le persone potrebbero essere stimolate a questo cambiamento, anche per gli incentivi statali, così come è successo qualche anno fa

Ci riferiamo al 2020 quando c’era il bonus idrico che metteva a disposizione di ogni famiglia circa €1000 per un anno, per sostituire i sanitari e gli apparecchi di rubinetteria con modelli che erano caratterizzati dal fatto di consentire di risparmiare sul ‘erogazione dell’acqua.

 Ma al di là degli incentivi statali nel momento in cui c’è da fare l’acquisto per quanto riguarda il lavabo bisogna avere le idee chiare, altrimenti si sprecheranno soldi inutilmente.

 Un vantaggio in questi casi è che nel bagno il WC e il bidet devono essere coordinati, mentre il lavabo così, come la vasca, possono essere indipendenti e anche diversi nello stile

 Altre cose da considerare prima della scelta

Chi si trova per la prima volta a fare questo acquisto dovrà tenere conto di quelle che sono le prerogative normali di un lavabo il quale può essere un elemento a sé stante, oppure può far parte di un mobile o ancora può essere messo in appoggio o incasso in piano su delle mensole.

 Un’altra opzione può essere legata al fatto che la rubinetteria potrebbe essere parte del lavabo o applicata nell’ appoggio o sulla parete prospiciente. Però bisogna chiarire che queste possibilità che abbiamo appena descritto sono valide solo nel caso in cui si decide di ristrutturare integralmente il bagno perché se invece l’idea è quella di sostituire il lavabo singolarmente ci sarebbero delle limitazioni per quanto riguarda la posizione dello scarico e degli attacchi acqua.

Le tipologie di lavabo sono veramente tante, però giusto per fare qualche esempio possiamo ricordare che c’è quello sospeso, che lo si può trovare anche senza fuori e che riguarda la rubinetteria a muro oppure abbiamo quello da incasso sottopiano dove il lavabo è applicato interiormente.

 Invece il lavabo da appoggio richiede una base solida con il foro per la tubazione di scarico.


Link Utili:

Guarda alcuni nostri lavori di Ristrutturazioni Bagno (Youtube)

Etimologia della parola Ristrutturazione (Treccani)